La Nostra Storia

Ferdinando SironiIl Ristorante Croce di Malta nasce in piazza Roma a Mariano Comense come osteria con  rimessa per cavalli e deve il nome ad un membro dell’ ordine dei “Cavalieri di Malta“ fermatosi a Mariano dopo un lungo peregrinare.

…ma la nostra storia comincia nel 1928 quando Ferdinando Sironi prende in concessione il locale dalla signora Teresa Terrani, moglie del cavaliere di Malta, e decide di mantenere il nome originario che sa di passati gloriosi e avventure cavalleresche. Comincia così  una lunga tradizione familiare che porterà questa piccola locanda fino ai giorni nostri, passando dal nonno al figlio e poi alla nipote.
La storia del Ristorante Croce di Malta parte infatti da un indissolubile rapporto tra identità e cibo, tra modo di vivere e modo di mangiare e ci racconta di come, dagli inizi del novecento ad oggi, si sia trasformato il gusto e con esso quella “affinità elettiva” tra ristoratore e cliente.

Vincenzo con la moglie AnnaDopo Ferdinando il locale viene gestito dal figlio Vincenzo con la moglie Anna. All’osteria la Croce di Malta, fino al 1972, si cucinano soprattutto piatti della tradizione lombarda: minestre, risotti, umidi con polenta, la cazoela e quando c’è il mercato in piazza Roma è giorno di trippa, una vera festa colorata durante la quale gli stessi marianesi si concedono una pietanza in trattoria. Alla sera il bar rimane aperto per gli ultimi avventori che si attardano tra un bicchiere di vino ed una partita a carte consolidando così sempre di più la natura di ritrovo che connoterà per diversi anni il locale.

Fernanda con suo marito Pierluigi Nicolini

E’ il 1972 quando la trattoria si trasferisce in via per Novedrate e riesce un salto di qualità.

Cambia la fisionomia del locale ed anche la gestione che passa alla figlia di Vincenzo, Fernanda ed a suo marito Pierluigi Nicolini.

Accanto ai piatti tradizionali (che caratterizzano sempre il ristorante) compaiono nuovi sapori che vanno incontro alle mutate esigenze. Vengono inserite nel menù portate di pesce, ma anche il modo di cucinare si diversifica, inserendo cotture più leggere come quella al vapore e alla griglia, ma i punti fermi sono sempre la qualità delle materie prime e l’arte nel trasformarle.
Nel 2007 il ristorante si amplia e adotta una veste più raffinata con la realizzazione di una grande sala ottagonale, adibita in esclusiva a banchetti e matrimoni, con vetrate aperte su un vasto parco che si estende per oltre 30 mila metri quadrati.
Il ristorante si rifà quindi il look, ma mantiene sempre quel colore e quella calda atmosfera di accoglienza che spesso sanno regalare i locali a gestione familiare.
Da osteria con stallaggio a trattoria per arrivare a ristorante, le generazioni delle famiglie Sironi e Nicolini conservano un angolo di gusto in cui il tempo si svolge e si racconta nelle pietanze portate in tavola.
e la storia continua….

Vi aspettiamo per mostrarVi le ultime novità e la nuova generazione!